Ligabue Magazine

Come naturale proseguimento del percorso iniziato dal Centro Studi Ricerche Ligabue fin dal 1981, dal 1° gennaio 2017 il Magazine sarà edito dalla
“Fondazione Giancarlo Ligabue”, in continuità con l’impegno divulgativo che da sempre lo ha contraddistinto.

Ogni numero del Magazine è preparato e organizzato come un’esplorazione geografica e scientifica. E se pure usiamo la modernità delle mappe satellitari e degli strumenti elettronici non siamo esenti, anzi, dal confrontarci con i rischi del clima, l’umana fatica fisica, le incertezze dell’ambiente. Costruire il Magazine equivale a percorrere tratti inesplorati - o anche rifare piste poco o appena tracciate - con la certezza che curiosità e passione intellettuale per la divulgazione siano l’unica nostra bussola.

Ogni lettore che compie con noi un viaggio tra gli articoli e le immagini sa che davanti a tutto ci sono voglia di conoscere e capire. I testi, le fotografie sono impastati di incontri con le persone, i luoghi vissuti in prima persona, le storie, le leggende, gli oggetti e i documenti confrontati ogni volta. La ricetta di un successo che dura da trent’anni ha bisogno di mappe reali e virtuali, di ricerca scientifica, mescolata qualche volta anche ad un po’ di “serendipintà” che – sappiamo tutti - favorisce scoperte e svelamenti.

E’ stato così, sempre, per tutti gli studiosi e i collaboratori del Centro Studi Ligabue che hanno fatto della ricerca - per deserti, montagne e foreste del mondo, nei laboratori, nei musei, nelle università - e della costanza di studio il metodo condiviso.

Il Magazine nasce dai suggerimenti che Alberto Angela riporta ad ogni suo viaggio, dalle lettere che ci arrivano da archeologi del Perù, dalle idee degli scienziati che vivono tra i ghiacci del Polo Sud, dagli stimoli a narrare dei biologici che leggono i segni dell’evoluzione e dei cambiamenti, dagli storici che sanno far rivivere archivi e documenti.
Ma anche dagli inviti che i lettori offrono alla redazione, dalle idee che giovani studiosi o ricercatori portano all’interno della Fondazione; perfino dalla curiosità di confrontare alcune storiche ricerche con metodi e strumenti nuovi.

Ogni numero del Magazine viene poi sottoposto dalla redazione e dai grafici ad un lungo continuato test di qualità prima di arrivare alla tipografia, o al web.
Per questo - che si tratti di ricerche archeologiche nelle antiche sepolture delle steppe asiatiche, dell’evoluzione delle specie, della storia delle scoperte geografiche, dei viaggi di antropologi e ricercatori, dell’intimità dei percorsi nella cultura veneziana, o delle vertigini dell’astronomia - il Magazine è un compagno di viaggio insostituibile e da oltre 30 anni viene definito la Rivista di chi percorre le Vie del Mondo.

Il Ligabue Magazine e i suoi articoli sono acquistabili sia in formato cartaceo sia in formato digitale direttamente nel sito web.

Visita il sito web www.ligabuemagazine.it