Chiudi Menu
Home > Shop> Cataloghi > Il mondo che non c'era
Filtri
Il mondo che non c'era Venezia L'arte precolombiana nella collezione Ligabue

Il catalogo della mostra “Il mondo che non c’era” descrive e racconta la storia dei oltre 230 oggetti precolombiani che saranno esposti al museo archeologico di Firenze dal 19 settembre 2015 al 6 marzo 2016. Edito da “5 Continents Editions” (Milano) il volume – che raccoglie in 362 pagine i lavori di 15 autori - è un nuovo stimolante contributo per conoscere le testimonianze di quella parte dell’umanità che apparirà all’Europa dopo i viaggi di Colombo e di altri esploratori.

Il catalogo illustra la collezione di arte precolombiana di Giancarlo e Inti Ligabue, una delle poche raccolte private italiane ma narra anche la storia di alcuni rari oggetti - prestiti dei musei fiorentini - e appartenenti alle Collezioni Medici, uno dei più grandi tesori europei. Come, per esempio, due propulsori (atlat) ricoperti di lamina d’oro, culture azteca: o un collier e un vassoio taino del XIV-XV secolo. O la famosa maschera di pietra della cultura téotihuacan. Accanto a questi oggetti anche preziosi reperti di collezioni private europee.

Il catalogo dell’esposizione “Il mondo che non c’era” contiene saggi e documenti del curatore della mostra Jacques Blazy esperto internazionale d’arte precolombiana e di André Delpuech, curatore capo del patrimonio, responsabile dell’unità patrimoniale delle Collezioni Americane al Musée du quai Branly di Parigi, presidente del comitato scientifico. Tra gli autori dei testi studiosi, storici e archeologi come Christine Philips; Claude-François Baudez; Nicolas Latsanopoulos, Nathalie Ragot, Sylvie Peperstraete, Ted J.J. Leyenaar, Jean-Michel Hoppan, Davide Domenici, Claudio Cavatrunci, Mario Polia, Jean-François Bouchard, Federico Kauffmann Doig, Patrick Plumet.

La collezione Giancarlo e Inti Ligabue dei capolavori archeologici delle antiche culture dell’America Latina è parte di una vasta raccolta di migliaia di pezzi che sono stati selezionati in quasi 50 anni di attività. Curatore del catalogo è Adriano Favaro, per anni responsabile del settore culturale del quotidiano “Il Gazzettino”, e direttore della rivista “Ligabue Magazine”.

Particolare attenzione è stata rivolta alla veste grafica: un impaginato elegante e curato; foto di altissima qualità, con ingrandimenti emozionanti che consentono una lettura assolutamente inedita degli oggetti; una stampa preziosa, in particolare nella copertina a cinque colori con lamina d'oro e vernici lucide spessorate.

catalogo cartaceo

€ 38,00 Q.tà
  • Contenuti inediti dalla mostra
  • fotografie e approfondimenti esclusivi